E inizia il sogno, un libro di Gianluigi Bocchi

Una sola grande, intensa, travolgente passione, vissuta con dedizione maniacale e energico trasporto: la caccia alle anatre. E’ questa la molla che ha fatto decidere a Gianluigi “Gigi” Bocchi di scrivere uno dei suoi libri più belli.

e inizia il sogno 1“E inizia il sogno” è un libro di Gianluigi “Gigi” Bocchi. Cento settantasei pagine di racconti di una vita spesa e vissuta per cacciare le anatre selvatiche, con il trasporto e la passione che distinguono nel panorama nazionale questo esperto cacciatore, originario della zona di Comacchio. Ed è proprio li, nelle valli di Comacchio, che Gigi si è fatto le ossa con i mestoloni, le folaghe e i fischioni. Dai racconti, scritti di getto come se rivissuti ancora nel cuore, il lettore potrà trovare una infinità di spunti tecnici e di considerazioni personali sulla vita dell’autore.
Dante Pozzi, noto cacciatore di valle, di questo libro scrive: Il cuore del cacciatore batte al ritmo delle stagioni, del vento, della pioggia, del sole infuocato, dell’impeto delle tempeste… L’amore per la sua terra – acqua, per le origini di un popolo fiero e indomito, trasmettono all’autore una forza inesauribile e lo conducono perennemente alla ricerca di se stesso in una sfida che non ha mai fine. In cui non vi sono vinti o vincitori. E’ un duello fra l’uomo e la natura , fra il cacciatore ed i selvatici, in uno scenario ostico e ancora puro, straordinariamente affascinante…
“E inizia il sogno” di Gigi Bocchi è uno di quei libri che non può mancare nelle libreria di ogni cacciatore, avendo il potere di far avvicinare alla magia della caccia agli acquatici anche chi, fino a quel momento, ne ignorava il fascino legato all’ambiente ed all’alone di mistero che contraddistingue questa disciplina da tutte le altre arti venatorie.
In una sera di tempesta, magari vicino al camino, anzichè accendere il televisore, sfogliate “E inzia il sogno” di Gigi Bocchi, magari leggendo “La tempesta perfetta” a pagina 116. Sentirete sulla pelle il vento freddo e, in lontananza, li echi dei fucili nelle botti. Per contattare l’autore gigi.bocchi@alice.it

Redazione aCaccia.com

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Libri & Arte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com