Anatre selvatiche: i nomi dialettali dell’Emilia Romagna

19 agosto 2016 | Le anatre selvatiche in Emilia Romagna sono da sempre oggetto di specifica ricerca da parte dei cacciatori. Nelle zone della bassa ferrarese e le Valli di Comacchio, nei chiari nella zona del modenese e del bolognese, negli allagati o nelle cave nel parmense e nel piacentino. Una caccia affascinante in grado di contagiare profondamente chiunque si accosti a questa difficile discplina.

 

AlzavolaPasàtt, Pazett, Dardein, Zarzenein
CanapigliaArbér, Arbar, Arbera, Arbet
CodoneClunszèn, Furbson, Gardòn, Forbicione
FischioneS’Ciòrs, Cò ros, Sabiarola, Vio,
Germano RealeSiszòn, Zizon, German, Nedar, Zacul
MarzaiolaGarganàl, Canaro,Ruchet, Rucat
MestoloneFafèl, Palot, Cucera, Paner
MorettaMuràtt, Mureta, Murot
MoriglioneMagàss, Scapulon, Chep ross,

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cultura Venatoria

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com