La Beccaccia

La Beccaccia (Scolopax rusticola) è considerata la regina del bosco: preda di grande prestigio pe ri cacciatori che ne praticano una caccia mirata nei boschi e nelle zone di passaggio con l’ausilio di cani da ferma appositamente addestrati.

beccaccia 12

Identificazione: Lunghezza 34cm; apertura alare 60cm; becco grigio giallastro alla base e marrone scuro in punta. Piedi grigio azzurrati o marrone grigiastri. Testa solcata da strisce longitudinali crema. Sessi molto simili.  Distribuzione: Migratore regolare, estivante con voli tipicamente notturni soprattutto durante le nottate di pioggia. Movimenti tra metà luglio e inizio metà dicembre. Habitat e Abitudini:  Proverbiale la propensione al mimetismo tra le foglie del sottobosco, ambiente che frequenta di sovente qualora presentasse anche zone cedue e di conifere, con buona umidità, ricco di humus e cibo. Di notte, per alimentarsi, tende a spostarsi al margine del bosco che frequentadi giorno e dove trova riparo, così come tende a spostarsi nelle ceppaie o nei pioppeti. La Beccaccia è particolarmente attratta da quelle zone dove abbonda il bestiame allo stato brado oppure quelle porzioni di campagna dove ancora si usa concimare con escrementi di cavallo (i preferiti) e/o di bovino. Si alimenta soprattutto di lombrichi ma anche di piccoli insetti (ragni, millepiedi, chiocciole, luamche, larve), bacche, semi e piante acquatiche che cerca utilizzando l’odorato e l’udito, sensi questi sviluppatissimi nella Beccaccia. La Beccaccia inghiotte regolarmente piccoli minerali come pietruzze, sabbia e sassolini per agevolare il processo digestivo. Le coppie sono di tipo promiscuo ed i maschi, durante il periodo della riproduzione, compiono dei voli nunziali al crepuscolo, alla ricerca di una femmina e del relativo territorio da conquistare. Durante i voli, che si sviluppano in genere dai 15 ai 20 metri da terra, la Beccaccia maschio emette il tipico “cru-cru”. Durante l’anno emette anche uno “tssch-tssch”. In inverno più simile al Beccaccino, con uno “tsschep-tsschep”.

Redazione aCaccia.com

Ph.: Virginio Fuser, Luca Benatelli

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Zoologia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com