L’affascinante mondo del genere Parus, le cince

Nel variegato mondo del genere Parus esistono sei specie con cui spesso avviene l’incontro sia nei parchi e giardini cittadini sia nei boschi e nelle campagne di collina e montagna. Si tratta della comune e abbastanza conosciuta Cinciallegra (Parus major), della delicata e amichevole Cinciarella (Parus caerulus), della montana Cincia dal ciuffo (Parus cristatus), della Cincia bigia (Parus palustris), della Cincia bigia alpestre (Parus montanus) e della più piccola della famiglia, la Cincia mora (Parus ater).  Pur trattandosi di specie piuttosto facili da avvicinare, in particolare la Cinciallegra, e che ben si adattano alla convivenza con la presenza umana, non è sempre facile distinguere gli esemplari. Un modo semplice e abbastanza preciso è quello che si basa sull’identificazione dell’albero dove vediamo i tipici movimenti del genere Parus. Difatti, generalmente, Cinciallegra, Cincia bigia e Cinciarella frequentano piante di latifoglie mentre Cincia bigia alpestre, Cincia dal Ciuffo e Cincia mora tendono a frequentare aghifoglie e sempreverdi. La posizione in cui vedremo il movimento rispetto allo sviluppo dell’albero ci fornirà poi una ulteriore indicazione per identificare la specie. Rispettivamente su caducifoglie e aghifoglie frequentano i rami più bassi la Cinciallegra e la Cincia bigia alpestre. Sulle punte dei rami e sulle zone intorno a metà fusto troveremo spesso rispettivamente la Cincia bigia e la Cincia dal Ciuffo. Sulla sommità, in prossimità dei rami più alti della chioma e sulla cima, la Cinciarella e la Cincia mora.

cinciallegra

Cinciallegra
Identificazione:   Lunghezza 14 cm, apertura alare 23 cm, piedi grigio azzurri, becco nerastro Distribuzione:  è presente in tutta Europa, fino al margine paleartico. A Nord ed a Est migratrice parziale. Habitat e Abitudini:  Frequenta un po’ ovunque giardini pubblici, parchi, boschi di latifoglie, zone aperte con qualche cespuglio, zone collinari con siepi e boschetti. Spesso compare nelle mangiatoie dei giardini dove ama nutrirsi di arachidi e semi di girasole. Nidifica nelle cavità siano esse di alberi, muri a secco o pareti in cemento di palazzi e abitazioni. Frequenta volentieri le cassette nido. Sono stati censiti ben 57 versi diversi. Il canto è il tipico “ti-ciù , ti-ciù, ti-ciù, ti-ciù”.

cinciarella

Cinciarella
Identificazione:  Lunghezza 11 cm, apertura alare 21 cm, piedi grigio azzurro, becco nero. Distribuzione:  E’ presente in tutta Europa fino alla Svezia e alla Norvegia meridionale. Le popolazioni nordiche in inverni piuttosto rigidi tendono a sposarsi più a Sud. Habitat e Abitudini:  Presente in boschi di latifoglie o misti soprattutto di querce, non troppo fitti, più rara tre le conifere. Anche con siepi, cespugli, boschetti, parchi e giardini privati soprattutto in inverno. Presente anche in canneti. Nidifica in muri e cassette nido formando una coppetta di muschio, lanugine, peli, crini e piume. Emette diversi versi tra cui il più tipico “tsi tsi tsi tsi” e “tzii-tzii-tzii-tzii”.


cincia-dal-ciuffo
Cincia dal cuffo
Identificazione: Lunghezza 11 cm, apertura alare 20 cm, occhi rossastri, piedi grigi, becco nero. Distribuzione: E’ abbastanza ben presente in Europa centrosettentrionale fino alla catena alpina italiana. In Gran Bretagna solo nella Scozia. Sedentaria, con eventuali migrazioni invernali.  Habitat e Abitudini:  Si incontra soprattutto in boschi di conifere (pini), parchi e giardini. In inverni particolarmente rigidi in boschi di latifoglie. Nidifica in cavità di conifere marcescenti. Il canto è un inconfondibile “cirrr-cirrr-cirr-r-r”.

cincia-bigia

Cincia bigia
Identificazione: lunghezza 11 cm, apertura alare 21 cm, piedi grigio azzurri, becco nero Distribuzione:  E’ la più boschiva tra le cince che frequentano habitat caratterizzati da latifoglie. Presente dalla Norvegia meridionale alla Sicilia, compresa la Gran Bretagna. Principalmente centro meridionale, sedentaria. Habitat e Abitudini:  boschi di latifoglie, ambienti collinari con siepi e boschetti ma a quote meno elevate rispetto alla cincia bigia alpestre. Nidifica in cavità di alberi che spesso allarga, più rara nelle cassette nido. Facilmente riconoscibile dalla voce, un ripetuto “pit-ciù pit-ciù”.

cincia-mora

Cincia Mora
Identificazione: lunghezza 10,5 cm, apertura alare 18 cm, becco nero, piedi grigio azzurri, occhio nero. Distribuzione: in tutta Europa ad esclusione dell’estremo Nord. Residente e Sedentaria.  Habitat e Abitudini:  la più piccola tra le cince frequenta abitualmente ampie foreste di conifere, più raramente centri abitati, a volte in inverni molto rigidi. Nidifica in cavità e fori di tronchi caduti sul terreno che riempie di peli, piume e lanugine. Si distingue dalla cincia bigia per il canto un ripetuto e prolungato “ci-ciù – ci-ciù – ci-ciù – ci-ciù” simile alla Cinciallegra. La voce è confondibile con quella del Regolo, uno stridente “tziii-tziii-tziii”.

Redazione aCaccia.com

Ph.: Paolo Zanetti, Marta Puppi, Francesco Bernardi, Stefano Zaninoto, Vittorio Busatto, Vittorino Bono

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Zoologia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com