Braciole di cinghiale in gremolada

Una ricetta milanese, la gremolada, trasportata sul cinghiale che Milanese non è di certo. Una prova di fantasia per vedere se i gusti si abbinano a dovere e per cercare nuove frontiere oltre la solita braciola di cinghiale che si mangia in Toscana. Devo dire, ed i miei commensali confermano, che è sicuramente un nuovo e fresco modo di gustare la carne di cinghiale assolutamente non frollata e battuta sottile, morbida e saporita.

Ingredienti: Braciole di cinghiale, pan grattato, aglio, buccia di limone, sale, pepe, burro
Preparazione: Preparare la gremolada tagliando e tritando assieme pan grattato, scorza di limone e aglio. Tagliare le braciole e batterle fini col batticarne, impanarle con la gremolada schiacciandole bene sopra la stessa, saltarle in padella con tanto burro, salarle, peparle e servire con il burro di cottura versato sopra.

aC | Andrea Dario Manzi Fè

 

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di In Tavola

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com