Trapani: Enrico Rizzi non è più guardia zoofila, decisione del Prefetto

Il Prefetto di Trapani ritiene che Enrico Rizzi, Presidente del Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali, non sia idoneo a svolgere l’attività di guardia zoofila: infuriato l’animalista.

Il Prefetto di Trapani ha convocato, nella mattinata di oggi, Enrico Rizzi, giovane animalista anticaccia balzato alle cronache per una serie di attività di tutela nei confronti degli animali.

Il Prefetto, il dott. Giuseppe Priolo, ha ritenuto il comportamento di Enrico Rizzi, classe 1989, Presidente dell’Associazione NOITA – Nucelo Operativo Tutela Animali, non idoneo alla carica di guardia zoofila.

In merito al comportamento di Rizzi la nostra testata aveva presentato un esposto, come comunicato ufficialmente in una news del 31 ottobre scorso (Leggi qui) . Un colpo durissimo che fa andare su tutte le furie l’animalista convinto anticaccia, che si sfoga su Facebook.

Ma le brutte notizie per Enrico Rizzi non si limitano a questo. Molti utenti, nei giorni scorsi, avevano ipotizzato che il giovane Presidente dell’Associazione animalista per la tutela degli animali avesse “tratto libero spunto” da un volantino del Sindaco di Messina per gli auguri di Natale e felice anno nuovo. Lasciamo ai lettori il compito di farsi un’idea sulla vicenda.

Redazione aCaccia.com

 

 

 

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com