Springer Spaniel: il perfetto cane tuttofare

Rolly, così si chiamava il primo Springer Spaniel lasciatomi per iniziare con lui una fase addestrativa alla caccia. Con Rolly scoprii ben presto una razza fantastica, ma ciò che mi affascinò fin da subito, fu il suo modo di cercare, diretto e concentrato nel collegamento con il conduttore . La prerogativa di questa razza è quella di guardarti sempre . Anche quando non sembra, perché interessato a determinati odori, lui ti guarda con la coda dell’occhio! Lui non vuole mai perdere il contatto con te. Anche se oggi qualcosa è mutato in alcuni soggetti, non parlo del collegamento, certo che no;perché quello ormai è radicato nella sua psiche.

Ma ahimè, a volte la velocità gli fa superare quei canoni ( questo accade in alcuni soggetti troppo nevrili ) di distanza che dovrebbero essere entro e non oltre i 25/30 mt. , con rientri di 15/ 20 mt. dai piedi del conduttore. Questo perché in lui non esiste come dote la ferma! Eppure devo dire che in alcuni casi ci sono soggetti con caratteri molto equilibrati, non nervosi , che dopo un buon addestramento assumono un atteggiamento che non si può certo definire ferma o simil ferma, ma possiamo definirla una breve “punta” eseguita poco prima di dare il sotto facendo involare il selvatico. Questo atteggiamento risulta molto utile al conduttore per non trovarsi impreparato nel momento dello sparo .

Per ciò che riguarda invece un’altra delle doti dello Springer,  il recupero ed il riporto del selvatico abbattuto, vorrei avvalermi di alcune righe scritte da Marco Valcarenghi, che fu uno dei primi importatori di Springer dal loro paese d’origine, l’Inghilterra,  usandoli poi sia nella caccia che nella riproduzione, impiantando così le loro radici nei suoi “ Valmarco “ ( questo era il suo “affisso “) . Egli scrisse a riguardo : “ Per lo Spaniel il riporto non è prova complementare ma, al pari della cerca, espressione di razza e come tale valutato . Ed è per questa ragione che le gare per spaniels si svolgono solitamente con selvatico abbattuto “ .

Poi scrive : “ Il riporto quindi non è esercizio a sé stante, limitato all’esecuzione materiale, ma l’epilogo di tutta una azione di  caccia “ . Quindi una razza adatta ad ogni forma particolare di  caccia dove non si desideri la ferma come dote,dove  nulla si “rovina” … Come invece potrebbe accadere usando una razza da ferma. Allora, non riesco a spiegarmi il perché per certi tipi di caccia come quella della piccola e media selvaggina, sia a scaccio nei frattoni , sia al capanno per recuperare poi gli uccelli caduti in terra o in acqua, si adoperi ancora maggiormente l’Epagneul Breton, che non ci “azzecca”  assolutamente nulla, essendo questa una tipica razza da ferma !

Quindi lasciamo una volta per tutte il Breton ai bretonisti che lo useranno per quello che questa magnifica razza è stata creata, sia per caccia che per prove .E poi vorrei ricordare che gli Spaniels sono degli eccellenti cacciatori di fagiani nei forteti ed eccellenti scovatori di acquatici e rallidi nei falaschi e nei canneti, quindi un cane che della “ genericità”  fa senz’altro un’arte! Quando parlo di Spaniels vorrei citare oltre allo Springer anche il  Cocker .

E vorrei spendere alcune parole in onore di questo cane, ahimè tramutato dalla moda che tanto distrugge, mutando alcune razze da lavoro in cani “salottieri “ ! Ma grazie ad  amatori di questa razza ,che rimboccandosi le maniche hanno iniziato a selezionare Cocker meno frangiati, quindi più pratici per lavorare negli sporchi,  con caratteri più addestrabili e doti più lavorative, ora la situazione sta cambiando in positivo.

Il Cocker è adatto  a tutti coloro che desiderano un soggetto con cerca più ristretta, di 15/ 20 mt. al massimo, però con le stesse caratteristiche dello Springer. Il grande Giulio Colombo usò un termine diciamo “matematico” per descrivere la differenza tra le due razze, scrivendo : “ lo Springer sta al Cocker come il Setter Gordon al Setter Inglese, con in più la maggior mole.”

aC | Bruno Di Pinto

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Ferma & Riporto

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com