La laguna della Piallassa della Baiona

Inserita nel perimetro del Parco del Delta del Po, la Pialassa della Baiona è una valle salmastra a ridosso di Marina Romea, a circa 10 km a Nord di Ravenna: l’ATC di cui fa parte la zona aperta alla caccia è infatti l’ATC RA2. La valle è stata inclusa fra le zone umide di interesse internazionale dalla “Convenzione di Ramsar”, e c’è anche tutta una parte del sito chiusa, perché oasi. Un’altra parte ancora è stata bonificata negli anni ’70, ma è stata ugualmente inclusa nel sito, sia perché in parte la stanno rinaturalizzando, sia perché è per lo più incolta o mantenuta a prato da sfalcio, con affioramenti di barena e ristagni di acqua che formano dei chiari temporanei.

La Pialassa della Baiona è una laguna salmastra, chiusa alle spalle da una pineta, che si estende per circa 11 km2 nell’area compresa tra il fiume Lamone e il porto canale Candiano, ma tutti noi cacciatori chiamiamo questo canale semplicemente la Canala. È un insieme di laghi poco profondi, divisi da argini che vanno a formare una rete di canali artificiali profondi da 1 a 4 metri, ma ci sono anche dossi, cioè barene, naturali. I chiari sono ricoperti da prati salmastri, e il più importante è sicuramente il Prato Barenicolo, dedicato al naturalista romagnolo Pietro Zangheri. Le acque dei chiari hanno bassa profondità, con fondali melmosi o sabbiosi, che affiorano in parte durante le basse maree.

Lungo i canali si incontrano molti capanni da caccia e da pesca ( questi ultimi si chiamano bilancioni o padelloni), che raccontano la nostra storia: uno di essi ospitò addirittura Giuseppe Garibaldi che, fuggiasco per le nostre valli, trovò rifugio nell’agosto 1849 proprio in un capanno che oggi si può visitare, il Capanno del Pontaccio.

La particolarità di questa valle è il fatto che questo invaso di acqua salata è collegato al mare con un unico sbocco rappresentato dalla Canala, che consente lo scambio di maree: il nome “Pialassa”sembra infatti che derivi dal passaggio di acqua determinato dai livelli di marea. L’invaso riceve (“Piglia”) l’acqua marina durante l’alta marea, per poi rimandarla fuori (“lascia”) con quella bassa.

La valle ha una grande importanza naturalistica come luogo di alimentazione per alcune specie nidificanti (marangone minore, mignattaio, mignattino piombato) e per la sosta di alcune anatre di passo: germani e alzavole per la maggiore, ma anche folaghe, fischioni, codoni, qualche moriglione ( quest’ultima stagione sono aumentati ) e qualche canapiglia. Sono questi gli uccelli su cui ci concentriamo per tutta la stagione di caccia. Importanti sono anche le colonie di fratino, avocetta e cavaliere d’Italia, oltre a garzette e gabbiani.

La Pialassa della Baiona è una valle comunale con accesso tramite l’iscrizione all’ATC RA2, o tramite un permesso giornaliero da 35 Euro per i fuori provincia. La caccia è consentita solo nella forma da appostamento fisso, quindi né vagante, né da appostamento temporaneo. Gli appostamenti, tutti realizzati da privati, si comprano anche tra privati, ma col nuovo regolamento se ne dimezza il numero ( prima erano circa 120, ora scenderanno a 60/70 cassoni ), e l’intestatario del posto deve essere residente in provincia di Ravenna. Si caccia dall’apertura fino al 31 gennaio, con le classiche giornate 3+2.

La caratteristica dei nostri appostamenti è che non sono le classiche botti, ma sono dei veri e propri “cassoni” a due posti, poggiati su una zattera ancorata al fondo con quattro ancore. Questi hanno sostituito i vecchi “palazzi”, che chiamavamo così perché erano molto più grandi e a più posti. Come per tutta la migratoria, si caccia a partire da un’ora prima dell’alba, ma chi pratica la caccia alle anatre sa bene che ci si prepara molto prima, per essere pronti alla magia del sorgere del nuovo giorno in laguna. Oggi come sempre ritrovo la mia pace e la mia serenità solo nella mia “tina”, che ho costruito con le mie mani, curandola nei minimi dettagli.

aC | Claudio Tombetti

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Paesaggi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com