Anticaccia: Facebook sospende nuovamente la pagina di Madaffari

E’ la seconda volta in pochi mesi: Facebook sospende la possibilità di pubblicare i contenuti sulla pagina gestita da Rosario Madaffari “Contro la caccia e per il rispetto della Biodiversità“.

Nuovamente sospese le pubblicazioni sulla nota pagina Facebook anticaccia intitolata “Contro la caccia e per il rispetto della Biodiversità” gestita in prima persona da Rosario Madaffari. A fronte di una serie di segnalazioni per contenuti inappropriati il tema di controllo di Facebook ha intrapreso la scelta di impedire la pubblicazione di contenuti.

E’ la seconda volta che accade in pochi mesi, difatti, risale all’8 novembre scorso la prima sospensione con relativo sfogo del gestore: – Signore e signori, se state visualizzando questa pagina provvisoria significa che fate parte, soprattutto, del vastissimo numero di fan della omonima pagina. La stessa, poiché sotto attacco da parte di un gruppo di perdigiorno vigliacchi, è momentaneamente sospesa dalla pubblicazione. Ciò si rende necessario al fine di impedire che i sistemi di Facebook, molto vulnerabili parrebbe, blocchino la pagina originale che deve assolutamente essere salvaguardata in vista degli attesi sviluppi dell’azione giudiziaria in corso, promossa verso un certo portale web che ha strumentalmente fatto oggetto chi vi scrive di un volgare attacco diffamatorio. Al momento ci manterremo aggiornati qui, ma la cosa sarà limitata nel tempo, anche perché c’è ormai ferma intenzione di realizzare un sito web collegato, contestualmente contattando Facebook Europe per la trasmissione di un nutrito dossier che specifica quale sia stata ed è la condotta di un manipolo di psicotici evidentemente senza vita sociale alcuna. Tutti gli aggiornamenti qui. Saluti ed a presto.

Ricorrenti i termini e il modo di comunicare di Rosario Madaffari: termini come vigliacchi e perdigiorno che evidenziano la rabbia per il provvedimento assunto da Facebook. Richiami ad ipotesi di reato in realtà mai accertate. Insomma un modus operandi a cui Madaffari ha ormai abituato il vasto mondo della caccia e dei cacciatori.

Ed è di poche ore fa l’ennesimo sfogo, dopo l’ennesima sospensione: – LA PUBBLICAZIONE DELLA PAGINA ORIGINALE E’ MOMENTANEAMENTE SOSPESA. Facebook sta procedendo alla modifica dei suoi algoritmi, così almeno ci è stato comunicato in via ufficiosa tramite un canale acquisito a marzo, nel corso di una rapida visita a Facebook Europe a Dublino, e sembrerebbe vi siano dei bug di sistema che rendono gioco facile ai soliti mentecatti senza vita alcuna. Ci scusiamo per il disagio.

Colpa di bug del sistema di Facebook. Secondo Madaffari, che affida ad una pagina gemella, il suo comunicato. C’è chi però nutre dei dubbi e invece imputa la temporanea sospensione della possibilità di pubblicare contenuti ad una serie di commenti, dei diversi utenti che abitualmente commentano, al limite della diffamazione. Per questo un gruppo di cacciatori è pronto ad affidare la pratica ad un legale: – ci sono gli estremi per far intervenire le nostre associazioni di categoria -.

Redazione aCaccia.com

 

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com