Cinghiale: le battute attorno a Roma

La stagione di caccia da poco conclusa porta a confrontarsi con bilanci vari e diversi, ciascuno secondo la propria personale esperienza.

Per quanto mi riguarda, per ragioni lavorative mi sono trovata a saltare diverse giornate di caccia nella prima parte di quest’ultima stagione, recuperando poi nella seconda e fino alla chiusura del 31 Gennaio.

Per quest’anno mi sono dedicata esclusivamente alla caccia al cinghiale, tra le uscite con la mia squadra nei dintorni di Roma, che costituiscono la zona delle nostre battute: amici uniti nella passione sincera e nelle risate quando va bene, ma anche quando va meno bene; e qualche uscita in braccate con squadre più grandi, ma solo come ospite.

Dal canto mio di canaia, posso dire che ho notato una densità di cinghiali più scarsa nelle zone di pianura e collina dominate dalla macchia bassa e fitta dove cacciamo di solito, a fronte delle dimensioni e della combattività ragguardevoli dei soggetti trovati.

Dopo ampi confronti in merito, siamo giunti alla conclusione che probabilmente questo sia da attribuirsi ai movimenti dei cinghiali, che hanno seguito l’andamento della ghianda e delle riserve d’acqua, data la siccità che si è protratta per gran parte dello scorso anno, spostando molti animali dai luoghi abituali di movimento e soggiorno.

Per ciò che riguarda i cani, non hanno mancato di farci divertire ed emozionarci, nonostante si cacciasse con soggetti per lo più giovani ed ancora in divenire; non sono mancati fermi e affronti su qualche cinghiale caparbio ed esperto che non voleva saperne di muoversi dalla rimessa, né seguite serrate e melodiche.

Interessanti sono anche i cambiamenti che avvengono nel territorio, e che monitoriamo sul campo, come il grande aumento dei caprioli anche in pianura e in zone dove non se ne erano mai visti prima d’ora: il che, volenti o nolenti, mette tutti in condizione di tenerlo onestamente presente in addestramento, se si vogliono avere cani per così dire “puliti” sul selvatico.

Non resta, come ad ogni fine caccia, che  raccogliere i frutti e gli insegnamenti, e metterli in pratica al meglio nella nuova stagione di addestramento cani, in vista della prossima apertura…è ancora lontana, ma ci arriveremo!

Martina Bonaventura

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cinghiale

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com