Selezione: riempire lo zaino

Caccia di selezione: cosa mettere nello zaino?
Ridurre all’essenziale l’equipaggiamento contenuto nel nostro zaino è da sempre una delle priorità del cacciatore che, per diversi motivi, si trova a doversi confrontare con ambienti potenzialmente impegnativi come quelli in cui si pratica la caccia di selezione agli ungulati.

Che si tratti di una meticolosa cerca o di un lungo appostamento in altana, ciò che dobbiamo portare con noi è di importanza vitale e, in situazioni che non auguriamo a nessuno, può davvero fare la differenza, salvandoci la vita o mettendoci al riparo da pericolose disavventure, sottolineando comunque che è sempre attuale quel vecchio motto che dice che “da soli si va solo al cesso”.

Senza dilungarmi inutilmente vado subito al sodo identificando quelle che sono le quattro categorie di attrezzature che dovremo far stare necessariamente nel nostro zaino: strumenti di sicurezza, cibo, abbigliamento e attrezzature aggiuntive.

Per quanto riguarda le munizioni le considerazioni da tener presenti, a mio avviso, sono quelle legate a quanto viene consigliato nei testi di formazione dei reparti militari scelti. Un buon numero di munizioni, divise per tipologie, nell’ottica di poter incontrare un target non definito con chiarezza: con un solo calibro dovremo poter affrontare senza particolari patemi d’animo un cinghiale nel folto, un cervo al tramonto in una radura lontana, un furtivo capriolo alla governa o, perché no, un camoscio tirato ben oltre i trecento metri.

Tutto dipenderà dal tipo e dal peso della palla che andremo ad impiegare, poiché rimane sempre valido il concetto che un .243 non può fare ciò che fa un .300, viceversa un .300 ben usato può fare egregiamente ciò che fa bene un .243 .
E se a qualcuno potrà sembrare una banalità, nell’ottica di investire su pochissimi calibri concentrandosi sulle ottiche e gli accessori, è un concetto tutt’altro che superfluo.

Palle: in genere tre tipologie per uno spettro di possibilità, offerte in base al calibro impiegato, il più possibile ampio. Considerando anche la possibilità che lo sparo divenga strumento di identificazione e localizzazione in caso di incidente che ci costringa immobili, non metto mai nello zaino meno di venti cartucce.

Completeranno il corredo di sicurezza una corda da arrampicata di 25 mt, un coltello a lama fissa con ampia parte seghettata in aggiunta a quello che utilizzeremo, due borracce termiche da 1.5 litri contenenti acqua, un paio di guanti, quattro picchetti ad occhiello passante, due sacchi di nylon  rinforzato di quelli che si usano per i rifiuti, laccio emostatico, un paio di lacci di ricambio per le scarpe, due accendini, fiammiferi, alcuni cubetti di diavolina accendi fuoco. Indispensabile una ricetrasmittente in aggiunta al telefonino. Come usarli, in condizioni di pericolo, anche in correlazione tra loro sarà un tema affrontato in uno dei prossimi articoli.

Come cibo, qualora prevedessimo una battuta di caccia impegnativa che ci tenga lontani da casa in luoghi impervi per più di dodici ore, consiglio alcune bustine di zucchero e delle barrette energetiche. Oltre al tradizionale panino.

Per quanto riguarda l’abbigliamento ognuno di noi ha le sue preferenze, ma in base alla stagione ciò che non dovrà mai mancare saranno un paio di calzini di scorta, una cuffia, un guscio protettivo antivento e antipioggia, nonché una maglia di ricambio.

Adolfo Boito

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Selezione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com