5 x mille: gli incassi d’oro degli anticaccia

Il Sole 24ore ha riportato i dati dell’Agenzia delle Entrate relativi alle devoluzioni del 5 per mille alle associazioni animaliste: cifre da capogiro ed Enpa al primo posto.

Nei giorni scorsi Il Sole 24ore ha pubblicato i dati rilasciati dall’Agenzia delle Entrate sulle destinazioni del 5 x mille del 2016 contenuti nelle dichiarazioni del 2017, soffermandosi sulle cifre raccolte dalle più grandi associazioni animaliste e stilando una classifica tra le più finanziate dai contribuenti italiani: è emerso che, dopo anni di primato della Lega Antivisezione, oggi la più amata dagli animalisti è l’Enpa, sia per il numero dei contribuenti che l’hanno scelta, che per la cifra totale raggiunta tramite le devoluzioni.

Entrando nel dettaglio, si scopre che le cifre incassate dalle associazioni animaliste sono davvero ragguardevoli:  Enpa ha infatti raccolto 1.673.496 euro da 55.598 contribuenti, superando la Lega Anti Vivisezione che si è “fermata” a 1.587.951 euro devoluti da 49.793 donatori. Al terzo posto tra le associazioni animaliste si piazza ancora, come nel 2015, il Wwf, con quasi un milione di euro  ( 964.566 euro, per la precisione, donati da 28.361 cittadini) , al quarto Greenpeace (882.019 euro/24.755 contribuenti) ed al quinto Oipa (471.351 €/15.757).

Greenpeace risulta essere la favorita dei contribuenti più ricchi, che hanno in media un’Irpef superiore a 70mila euro, mentre Oipa è l’associazione preferita dai contribuenti animalisti più modesti, che in media non raggiungono i 60mila euro di imposta netta.

Queste sono solo le associazioni nazionali più grandi e famose, ma ce ne sono diverse altre minori che riescono ad incassare comunque tra i 100mila ed i 500.000 euro di 5 per mille :  tra queste Lndc (442.199 € per 14.517 sostenitori), Lipu (427.114 €/11.515), Save the dogs (214.206 €/6359), Animalisti italiani (162.261 €/5335), Effetto Palla (161.935 €/6090), Lions cani guida (140.834 €/2474) e Legambiente (123.982 €/3702).

L’anno scorso Lav aveva raccolto 1.618.000 euro da quasi 51mila contribuenti, seguita a stretto giro da Enpa con 1.598.000 euro da 53mila sostenitori. Wwf era a quota 936mila euro e 27mila donatori: tutti dati in crescita quest’anno, a riprova che i consensi degli animalisti aumentano ulteriormente.

Redazione aCaccia.com

Ph.: Il Sole 24ore

 

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com