Roma: cinghiali sfamati per strada da famiglie e bambini

Roma: cinghiali in città come cani e gatti randagi, i cittadini danno loro da mangiare per strada.

Il Messaggero ha ironizzato sulla nuova moda che sembra stia impazzando a Roma: il volontariato per i cinghiali, che consiste nel dare loro da mangiare regolarmente per strada, per poi riprenderli e postare i video sui social.

“Altro che gattare”, titola il quotidiano, con apparente disapprovazione per una pratica che notoriamente è vietata, oltre che sconsigliata, perché favorisce la proliferazione degli animali selvatici nei centri urbani. Proliferazione che in particolar modo nella zona Nord di Roma sembra ormai già consolidata.

Ma i cittadini, perlomeno alcuni, non sembrano desistere: c’è infatti chi, per sfamare  i cinghiali, si procura buste piene di pane, semi e frutta in pezzi. Un “rituale” al quale vengono istruiti anche i bambini, tanto che proprio in questi giorni, su Facebook, è circolato il video di un bambino che, insieme ad un adulto, si avvicina con confidenza ad un branco di quattro scrofe e dieci striati, lasciando loro da mangiare e trattandoli proprio come se fossero animali domestici da accudire.

Un atteggiamento che però diversi altri cittadini non condividono, tanto che qualcuno sui social ha commentato il video osservando : – Questa cosa dei cinghiali sta sfuggendo di mano -. Effettivamente, da quanto testimoniato da foto e video ormai quotidiani, quella di Roma sembra essere una vera e propria invasione di cinghiali, per ora senza soluzioni.

 

Redazione aCaccia.com

Ph.: Roma Today

 

 

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com