Valtellina: campanacci alle mucche, arrivano i Carabinieri

Sondrio: campanacci alle mucche, giovane allevatore si vede arrivare a casa i Carabinieri dopo una segnalazione di disturbo. Ma sui social scoppia la rivolta a sua difesa.

Una vicenda che sta facendo il giro del web, con centinaia di commenti e condivisioni: a Castello dell’acqua, in provincia di Sondrio, un giovane allevatore si è visto piombare i Carabinieri a casa, allertati da una segnalazione dei vicini infastiditi dal suono dei campanacci delle sue mucche.

I militari, accertata l’identità del giovane allevatore, un 27enne che ha scelto il mestiere antico e duro dell’alpeggio tra pascoli e prati, lo hanno avvisato della segnalazione da parte di ignoti e gli hanno paventato due possibilità: togliere i campanacci oppure imbottirli di carta affinché non suonino, disturbando così la quiete pubblica.

Il giovane, sbalordito, si è rifiutato tassativamente di obbedire all’ingiunzione e si è detto disposto ad andare anche in tribunale per le sue mucche, che tra l’altro resteranno nei prati solo per pochi giorni, per poi salire ai pascoli d’alta quota. “Sono pronto ad andare in tribunale”, ha infatti risposto dopo l’incontro coi Carabinieri . “Mai accaduta una cosa simile! Sono scioccato e offeso!Le mucche restano nel prato per due soli giorni, poi ci spostiamo in altri prati. Mi sembra assurdo. I campanacci sono indispensabili perché è proprio grazie al suono che noi riusciamo a rintracciare gli animali che lasciano la mandria. Non ho alcuna intenzione di toglierli. Che mi denuncino pure! Se necessario andrò a processo. La carta sulle campane? Non mi viene neanche in mente di metterla! Ma non lo sanno loro che poi le mucche se la mangiano.”

Nel frattempo, sui social è scoppiata una vera e propria rivolta a sua difesa, con centinaia di condivisioni e commenti, con l’invito, per chi ha fatto la segnalazione, di trasferirsi in città se non sopporta le melodie della montagna.

Redazione aCaccia.com

Ph.: Il Giorno

 

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com