Cagliari: forestale caricato e ucciso da cinghiale

Villaputzu (CA): l’autopsia sul cadavere del forestale trovato morto conferma, la morte per dissanguamento dopo l’attacco di un cinghiale.

Un operaio forestale 65enne di Villaputzu nel cagliaritano, dipendente dell’agenzia regionale sarda Forestas, è morto dissanguato dopo essere stato attaccato da un cinghiale, che gli ha inferto una ferita profonda ad una gamba; lo ha confermato l’autopsia disposta dalla Procura ed eseguita nei giorni scorsi.

Il cadavere dell’uomo era stato ritrovato giovedì scorso nelle campagne di Villaputzu, a poche centinaia di metri dall’abitazione nella quale viveva solo. I colleghi, allarmati dalla sua assenza al lavoro senza alcun avviso, dopo avere allertato le forze dell’ordine hanno cominciato a cercarlo tra quei luoghi che conoscevano bene proprio per la loro attività, fino a trovarlo purtroppo già morto.

Resta incerta la dinamica del tragico incidente: qualcuno ipotizza che l’uomo abbia tentato di liberare il cinghiale da un laccio d’acciaio nel quale era rimasto intrappolato, e che la bestia impaurita lo abbia azzannato, squarciandogli la gamba destra a morte.

I Carabinieri hanno effettuato più di un sopralluogo alla ricerca di nuovi indizi, anche se risulta ormai difficile accertare come sia avvenuto effettivamente l’attacco.

Redazione aCaccia.com

Ph.: L’Unione Sarda

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com