Caretta: un’interrogazione a Salvini sul rilascio dei porti d’armi

Maria Cristina Caretta ed Emanuele Prisco (FdI) hanno presentato un’interrogazione a Matteo Salvini sulle condizioni che impediscono il rilascio del porto d’armi ai cittadini riabilitati.

Con un post sulla sua pagina Facebook la neodeputata di Fratelli d’Italia ha reso nota l’iniziativa portata avanti insieme al collega di partito Emanuele Prisco: i due Onorevoli hanno infatti presentato un’interrogazione al Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, per conoscere le condizioni che impediscono il rilascio del porto d’armi ai cittadini regolarmente riabilitati.

“L’interrogazione, a risposta scritta – si legge nel post che è ben presto stato condiviso su diversi profili privati e gruppi di cacciatori – è stata depositata dai deputati di FdI affinché venga chiarita l’applicazione dell’articolo 43 del Testo unico della legge di pubblica sicurezza. Nel caso di riabilitazione penale dell’interessato, viene meno l’ostatività automatica al rilascio della licenza del porto d’armi e sia consentito ai riabilitati di poter mantenere oppure ottenere la licenza. Se un giudice decide che il cittadino è in pari con la giustizia, non si capisce perché non debba godere della pienezza dei diritti garantiti a tutti i cittadini avendo azzerato i propri conti con la giustizia”.

“In base alla normativa vigente il rilascio della licenza di porto di fucile ad uso caccia e sportivo può essere negata sia per la sussistenza delle “condizioni ostative” al rilascio della licenza in base ad un giudizio vincolato, in caso di mancanza della “buona condotta” o in caso di “inaffidabilità nell’uso delle armi” del richiedente secondo un giudizio di natura discrezionale e non vincolante. La questione degli effetti della riabilitazione in ordine alle sentenze di condanna che prevedono “condizioni ostative”  è stata chiarita – secondo Caretta e Prisco – da una giurisprudenza recente secondo la quale, in caso di “riabilitazione”, le condanne per reati ostativi possono comunque essere valutate in modo discrezionale e non vincolante.”

Redazione aCaccia.com

Ph.: Maria Cristina Caretta

 

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com