Lombardia: agricoltori a caccia di cinghiali tutto l’anno

Lombardia, approvata la delibera di Giunta regionale: gli agricoltori regolarmente abilitati potranno cacciare i cinghiali tutto l’anno.

La Giunta regionale lombarda del Presidente Fontana ha appena approvato la proposta dell’Assessore all’Agricoltura Fabio Rolfi: la caccia al cinghiale è ora consentita agli agricoltori regolarmente abilitati che potranno praticarla tutto l’anno, come un’estensione del normale contenimento previsto dalle leggi vigenti.

“Vogliamo contrastare l’incremento incontrollato di una specie che danneggia colture e che rappresenta un pericolo anche per la sicurezza delle persone”, aveva dichiarato l’Assessore Rolfi al momento della presentazione della proposta.

Una proposta che ha trovato dunque immediata approvazione, in forza soprattutto dei danni ingenti ai quali la Regione si trova a dovere far fronte da qualche anno a questa parte: tra il 2013 e il 2017 la Regione Lombardia ha infatti pagato danni all’agricoltura causati dai cinghiali per un totale di 1.669.989 Euro, e risarcito 606.664 Euro per  384 incidenti stradali; numeri impressionanti che rendono bene l’idea dell’emergenza.

La delibera di giunta è stata accolta con grande favore e soddisfazione da Confagricoltura, che da tempo chiedeva interventi urgenti per ridurre il numero dei cinghiali:  “La delibera lombarda va nella direzione che abbiamo sempre indicato: ora è importante proseguire nel contenimento della fauna selvatica, con provvedimenti anche per nutrie e piccioni”, ha dichiarato il Presidente dell’associazione agricola Antonio Boselli.

Redazione aCaccia.com

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com