Siena, pasturava i cinghiali: cacciatore scoperto e denunciato

Montemaggio (SI): pasturava i cinghiali nel bosco, dopo vari appostamenti la Polizia provinciale sorprende e denuncia un cacciatore, pick-up sequestrato.

Un cacciatore senese è stato identificato e denunciato dalla Polizia provinciale, che lo ha sorpreso nei boschi di Montemaggio mentre scaricava dal suo pick-up una grossa quantità di cibo destinata ai cinghiali. Il pick-up è stato sequestrato insieme al cibo che l’uomo si apprestava a spargere sul terreno.

Da tempo gli agenti stavano perlustrando e tenendo d’occhio la zona, convinti che prima o poi avrebbero colto in flagrante chi, regolarmente e contravvenendo alla Legge vigente, portava cibo ai cinghiali per favorirne la riproduzione e mantenerli nella stessa zona in attesa della prossima stagione di caccia.

Nella zona di Montemaggio, in particolare, negli ultimi tempi si sarebbe registrato un incremento costante della popolazione di cinghiali, il che aveva insospettito le forze dell’ordine spingendole a controlli accurati.

Come è noto, la Toscana vive un’emergenza drammatica dovuta proprio alla presenza smisurata dei cinghiali in alcune zone, con ingenti danni alle produzioni agricole e rischi per la sicurezza stradale.

Già nel Comune di Castelnuovo , in Valdichiana e nel Chianti sono stati più volte trovati avanzi di pane vecchio e di altri prodotti da forno destinati alla pastura dei cinghiali, abituati così ad essere sempre più dipendenti dall’uomo e ad avvicinarsi sempre più agli insediamenti umani in cerca di altro cibo facile da reperire.

Redazione aCaccia.com

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com