Buona estate, cacciatori

Al galoppo col tempo, veloce come un Pointer che annusa nervoso il vento, siamo arrivati al cuore della stagione estiva: un tempo dalle albe che si sovrappongono quasi alla notte e dalle giornate infinite, da dedicare – per chi può – al riposo ed alla meditazione in attesa del giro di vento dall’autunno.

Per questo aCaccia ha deciso di prendersi una pausa in coincidenza con le ferie estive, fermandosi un poco a riposare dopo una lunghissima stagione redazionale mai interrotta, dai risultati alquanto soddisfacenti grazie soprattutto ad una squadra di collaboratori, storici e nuovi, compatta ed affiatata, oltre che motivata ed appassionata.

Riprenderemo pertanto col ritmo consueto delle pubblicazioni passato il Ferragosto ed in concomitanza con l’avvio della nuova stagione venatoria, delle preaperture e dell’addestramento cani, quando l’attenzione e la concentrazione dei cacciatori tornerà a caricarsi di nuova passione ed aspettative per l’autunno imminente.

Nel frattempo continueremo a lavorare “dietro le quinte”, anche se a ritmo meno serrato, per avviare nuovi progetti ed instaurare nuove fattive collaborazioni: l’attenzione al mondo ambientalista più illuminato ed aperto al dialogo non verrà meno, anzi ci porterà nuove alleanze e nuove firme con cui siamo già entrati in contatto, e forse ci permetterà anche di avere un punto di vista ed un respiro internazionale.

Stiamo ragionando per implementare alcune sezioni e per aggiornarne altre, con un occhio di riguardo alla cinofilia, alle nobili arti del falco e dell’arco ed alle cacce specialistiche; a queste ultime daremo spazio anche in ambito narrativo – letterario, e con grande piacere abbiamo già preso contatti con Gianluigi Bocchi, seguendo la magia dei suoi racconti di caccia alle anatre ed alle oche in tutto il mondo.

Negli ultimi tempi, come avrete notato, abbiamo ospitato le voci e le interviste di autorevoli conservazionisti di fama internazionale, di studiosi e veterinari molto noti tra i cacciatori, e desideriamo continuare su questa stessa strada: quella che ci porta verso una caccia moderna e consapevole senza rinunciare alle buone tradizioni, guidandoci nel delicato passaggio evolutivo che il mondo venatorio sta attraversando e che, insieme ad una crisi generale, porta in sé però a nostro avviso anche grandi e nuove opportunità.

Quindi, cari lettori, non temete per questa momentanea interruzione, e cercate di godere appieno di questa stagione estiva e dei ritmi naturali che alternano il riposo al lavoro, e la caccia al momento di consolidare ed assicurare la continuità degli animali che tanto amiamo e rispettiamo.

A tutti voi lettori e cacciatori vanno gli auguri di buona estate e buon riposo da me, dall’Editore e dalla redazione di aCaccia, con tutti i nostri collaboratori.

Monica Sergelli

 

 

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Editoriale

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com