Brambilla: “Pene più aspre per maltrattamento animali e menù vegani a scuola”

A pochi giorni di distanza l’una dall’altra la deputata animalista Michela Vitttoria Brambilla annuncia le sue proposte di legge: menù vegani e vegetariani nelle mense pubbliche e pene più severe per i maltrattamenti animali.

La pasionaria Michela Vittoria Brambilla, attivista animalista della prima ora ed eletta in Parlamento nelle file di Forza Italia, ha reso pubbliche le sue ultime due proposte di Legge: una riguarda l’obbligo per tutte le mense pubbliche e convenzionate col pubblico, in particolare quelle scolastiche, di offrire anche menu vegetariani e vegani.

“Il numero di vegetariani e vegani in Italia è aumentato – ha spiegato la  Brambilla – Questo per tre ragioni: rispetto dei diritti degli animali, rispetto dell’ambiente (gli allevamenti intensivi consumano acqua e producono gas serra), tutela della salute (le carni rosse causano patologie). Le persone a casa adottano uno stile di vita veg, ma poi vanno nella mensa aziendale, vengono ricoverate in ospedale, i figli mangiano a scuola… e tre volte su 4 non trovano un menu adatto alle loro scelte”.

La proposta di legge depositata prevede che le mense pubbliche o private convenzionate debbano garantire almeno due menu vegetariani e uno vegano, con sanzioni per chi non provvede da 2.500 a 10.000 euro.

“Io sono vegana, ma non penso che tutta l’Italia debba diventare come me . Da liberale, non voglio imporre niente a nessuno. Penso però che vegetariani e vegano debbano essere rispettati e debbano veder garantita la loro scelta nelle mense. Se come genitore ritengo che non sia giusto far mangiare carne ai miei figli, perché non posso mantenere questa scelta a scuola? La mia proposta di legge non lede gli interessi di nessuno, vuole solo aggiungere un’offerta in più”.

La seconda proposta di Legge riguarda invece il maltrattamento degli animali: “Voglio inasprire le pene per chi maltratta e uccide gli animali, è la mia battaglia in Parlamento”, ha dichiarato con convinzione la deputata animalista, augurandosi che il Parlamento approvi le sue istanze.

Redazione aCaccia.com

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com