Piemonte: testa di Lupo appesa ad un cartello stradale

La testa di un giovane Lupo tagliata ed appesa ad un cartello stradale tra Lanzo e Germagnano. La scoperta è stata fatta da un passante che ha subito avvertito i carabinieri e poi l’Asl che ha prelevato al testa dell’animale per analizzarla.

Il  WWF commenta così: – Visto il susseguirsi di episodi di questo tipo, in Piemonte ma anche in altre regioni italiane chiediamo l’ intervento dei carabinieri forestali e l’avvio di un’inchiesta in procura per punire i responsabili di questo scempio contro la natura. Al gravissimo atto di bracconaggio  si aggiunge, in questo caso, l’ostentazione del macabro trofeo.

Come spiega La Repubblica, da tempo i lupi sono tornati nel mirino dei bracconieri: da tempo infatti la città metropolitana ha avviato un nucleo antiveleno, nell’ambito del programma Wolfalps, per identificare i bocconi avvelenati che vengono lasciati vicino agli alpeggi e ai pascoli contro i lupi.

Il Wwf rivolge, poi, un appello alla Conferenza Stato-Regioni “affinché venga approvato al più presto, ovviamente con lo stralcio del capitolo relativo agli abbattimenti legali, il piano di Conservazione e Gestione del lupo in Italia, che contiene anche importanti misure contro il bracconaggio“.

Redazione aCaccia.com

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com