Veneto: Isidoro Furlan “ecco come salvare la foresta distrutta”

Il comandante dei Carabinieri Forestali Isidoro Furlan, esperto generale dei Carabinieri che proprio oggi svolgerà il suo ultimo servizio prima della pensione, parla chiaro e indica come si debba procedere per far fronte all’immane disastro che ha colpito la “foresta di Stradivari”.

Il generale Isidoro Furlan con grande lucidità analizza il problema e suggerisce la soluzione: – sarebbe utile nominare un commissario straordinario a governare tutto il processo di gestione di questa grande quantità di legname, dal Trentino Alto Adige, dalla Carnia e dal Veneto -.

Ma Furlan parla chiaro: – serve fare presto per poi passare al rimboschimento e alla rettifica dei piani forestali. Un commissario che potrebbe anche precettare anche liberi professionisti, esperti in pensione, tecnici forestali, per guidare il Veneto e l’Altopiano di Asiago fuori da questa calamità -.

E Isidoro Furlan esprime anche la sua opinione in merito a possibili speculazioni: – i boschi devono essere ripuliti nel più breve tempo possibile per evitare infestazioni di bostrico e muffe. Allo stesso tempo tutto questo legname dovrà essere gestito commercialmente in maniera da mettere al riparo le nostre filiere del legno dai grossi gruppi, in particolare da quelli austriaci -. E svedesi, aggiungiamo noi.

E conclude: – le tecniche di selvicoltura chiaramente sono molto più avanzate di quando c’è stato il rimboschimento post bellico. Sia per una questione del contenimento dei costi, sia per la garanzia di una rinnovata biodiversità sarebbe utile raccogliere, dove possibile, i semi degli alberi presenti sull’Altopiano, persino da quelli caduti.

Redazione aCaccia.com

 

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com