Beccaccia della nonna Adele

Ricetta del 1884 della nonna Adele del mio amico Tito Mariotti, la nonna Adele l’ha insegnata alla mamma di Tito Giuseppa che poi la insegnata alla moglie di Tito Ilaria. La nonna Adele (anche mia nonna paterna si chiamava Adele veniva da Valfabbrica ed era andata a servizio a Marsciano a servizio della nobile famiglia Fagotti ed ha vissuto fino a 106 anni. Grazie Adele per la preziosa ricetta.

Ingredienti: Beccacce, sale e pepe intero, aglio, salvia, rosmarino, mezzo limone, vino rosso. Capperi, crosta di pane, salsiccia, olio di oliva.

Preparazione: Dopo aver spiumato e fiammeggiato le Beccacce metterle in una padella intere con tutti gli ingredienti interi e coprirle con vino rosso. Far cuocere a fuoco lento per minimo due ore (sono cotte quando il petto è morbido alla forchetta). A cottura ultimata aprirle e togliere le interiora e sminuzzarle al coltello togliendo lo stomaco, togliere i colli, le ali e la testa e scarnificarli ed aggiungere la carne e le interiora al sugo di cottura, togliere dal sugo il limone, l’aglio, la salvia e passare il sugo al passatutto (se il sugo è troppo liquido raddensarlo con mela tritata). Il risultato dovrà essere una pasta cremosa atta ad essere spalmata sui crostini. Servire le beccacce tagliate in quattro contornate dai crostini.

Andrea Dario Manzi Fé

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di In Tavola

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com