Arezzo: uccidono a mazzate un cinghiale, due albanesi denunciati

E’ l’ANSA a riferire quanto accaduto: hanno catturato con un laccio di metallo un cinghiale poi lo hanno ucciso a colpi di mazza e accetta. Per questo due bracconieri albanesi residenti a Montevarchi (Arezzo) sono stati denunciati dai carabinieri forestali nel corso di un servizio antibracconaggio a Terranuova Bracciolini, sempre nell’aretino.

I militari hanno intercettato i due che stavano trascinando la carcassa del cinghiale con un trattore. L’animale presentava la testa completamente fracassata e una zampa era ancora stretta da un canapo di acciaio che gli ha inciso la carne fino all’osso. Al sopraggiungere dei carabinieri i due bracconieri hanno gettato in un cespuglio di rovi una mazza e una grossa accetta, utilizzate per uccidere il cinghiale e ancora sporche di sangue, ma il gesto è stato notato dai militari.

Uno dei due uomini ha ammesso di aver ucciso l’animale e che lui stesso aveva piazzato il laccio in cui il cinghiale era rimasto intrappolato. Il bracconiere ha inoltre consegnato alcuni lacci che ancora non aveva utilizzato e ha accompagnato i militari nel luogo in cui l’animale era stato catturato dove erano presenti altre tre trappole già piazzate.

Redazione aCaccia.com

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com