Friuli: animalisti anticaccia inferociti, venti cani scappati per i petardi

Come ogni anno, dopo le solite campagne anticaccia dedicate all’uso dei fuochi di capodanno, vi è la “conta delle vittime”. Una occasione ghiotta per le associazioni animaliste per mettersi in mostra con quello che è una sorta di bollettino di guerra.

Il palco dei protagonisti è toccato, quest’anno, all’associazione di Jenny Pitton, “Amici di Luna e Sam” di San Giorgio di Nogaro (Ud). Non potendo puntare il dito contro i fuochi artificiali che, secondo alcune sigle animaliste anticaccia, causerebbero migliaia di morti tra gli uccelli colpiti da infarto, la Pitton asserisce pubblicamente sul quotidiano locale Messaggero Veneto che i festeggiamenti per l’ultimo dell’anno hanno causato la fuga di oltre venti cani.

Jenny Pitton: – quest’anno è finito con il botto, si fa per dire, sdrammatizzando i tantissimi interventi di recupero per lo più di cani vaganti, spaventati e spaesati dallo scoppio dei botti cominciato già dalle prime ore del pomeriggio di lunedì 31 dicembre.  Tutte le associazioni interessate subito dopo le festività natalizie  si sono attivate divulgando attraverso i social le istruzioni necessarie al fine di limitare le fughe e contenere lo stato di stress che può colpire per diverse ore un animale sensibile agli scoppi -.

L’articolo corredato dalle solite immagini “strappalacrime”. I commenti, piovuti da più parti, non sono stati favorevoli all’intervento della Pitton, convinta animalista anticaccia. Tra i cittadini in molti hanno sottolineato come i fuochi siano un momento di condivisione e gioia. Qualcuno, più sarcastico, ha semplicemente scritto: – datevi una regolata -.

Redazione aCaccia.com

 

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com