Lega Anti Caccia attacca FIDC, Liberacaccia e Arci: “hanno importato cinghiali”

La Lega per l’Abolizione della Caccia, attraverso un suo comunicato ufficiale, comparso il 03 gennaio 2019 sulla pagina Facebook ufficiale della associazione, attacca le associazioni venatorie imputandogli di essere le artefici del problema cinghiale, che è diventato emergenza in molte zone d’Italia.

La LAC infatti scrive: – in merito alle dichiarazioni dell’assessore all’agricoltura lombardo Fabio Rolfi che afferma “non si può morire per un cinghiale”, e da Coldiretti, preme ricordare che ogni anno l’esercito armato delle doppiette fa decine di vittime e centinaia di feriti (tra questi anche persone che non sono cacciatori e chi si trovavano a fare una passeggiata la domenica, o semplicemente a raccogliere funghi).

E poi il passaggio chiave del comunicato: – Si dimentica inoltre che sono state proprio le associazione venatorie ad importare cinghiali di grosse dimensioni dall’Est Europa (possono arrivare ai 200 Kg di peso) e che prolificano continuamente, invadendo la specie autoctona meno prolifica e di peso non superiore ai 50/60 Kg: tutto questo solo per incentivare l’attività venatoria. –

E come se non bastasse gli animalisti anticaccia attaccano i cacciatori imputandogli responsabilità dirette nell’aumento del numero dei cinghiali: – Durante il periodi di siccità, i cinghiali vengono inoltre alimentati con acqua e cibo a volontà, proprio per una maggiore riproduzione e crescita nonostante la Legge 157/92 lo vieti. Così facendo i cinghiali si abituano alla presenza dell’uomo, quindi avvicinandosi sempre alle strade e alle coltivazioni per procurarsi il cibo, quindi arrecando danni e incidenti.

L’occasione ghiotta per le associazioni venatorie per perseguire in sede giudiziaria coloro i quali hanno diffuso notizie false e prive di aderenza con la realtà. Le tre maggiori associazioni venatorie italiane debbono rispondere smentendo queste.

Redazione aCaccia.com

 

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com