Vicenza: animalisti “contesteremo Elisa Perrone alla fiera della caccia”

Qualche giorno fa Elisa Perrone, giovane cacciatrice presa di mira dalle ingiurie animaliste, aveva annunciato attraverso un post su Facebook la sua presenza alla fiera della caccia, l’Hit Show di Vicenza.

Elisa dal suo profilo Facebook scriveva: – Ecco la sorpresa! tutta per noi! Sono felicissima di annunciarvi che i giorni 9 e 10 Febbraio sarò presente all’HIT di Vicenza! Mi avete donato affetto, simpatia, vicinanza e sopratutto tanta forza per il quanto accaduto recentemente nei miei confronti. Vi devo tanto per questo e sono davvero entusiasta di cogliere questa bellissima occasione per conoscervi e per stringervi la mano o semplicemente per risalutare le persone trovate anticipatamente alla fiera di Forlì. Spero di incontrarvi in tanti, per scambiare due parole a quattr’occhi, visto l’entità e l’avanguardia di questa manifestazione! Un abbraccio! -.

Elisa quindi annunciava la sua presenza alla nutrita schiera di cacciatori che la seguono in quella che, a molti, è sembrata una scalata fin troppo facile tanto da divenire un volto noto a cui le aziende si sono immediatamente rivolte per promuovere prodotti di ogni genere.

Ebbene la sovraesposizione mediatica di una giovanissima cacciatrice, sicuramente vittima di un attacco mediatico senza precedenti, ma dall’esperienza limitata e dalla ancor lunga carriera, non è passata inosservata ai soliti anticaccia che hanno annunciato attraverso alcuni gruppi Facebook azioni di disturbo contro Elisa Perrone, proprio nei giorni in cui sarà testimonial negli stand delle aziende all’interno dell’Hit Show che si terrà a Febbraio a Vicenza.

Oltre ai soliti commenti con minacce e insulti gli animalisti scrivono: – nessuno ci può impedire di entrare nella fiera dopo aver acquistato il biglietto indossando sotto al giubbotto una felpa con una scritta di contestazione a questa ragazzina immatura. – Altri scrivono: – non è prevista alcuna perquisizione, portiamo fischietti  e trombe da stadio e fogli di carta con scritto ciò che pensiamo di Elisa Perrone -. Ed ancora, altri: – io sono disponibile a contestare questa donna che va contro natura -. C’è poi chi, esprimendosi con un italiano incerto, suggerisce di non entrare negli stand ma di rimanere fuori accerchiando la giovane Elisa e urlare ogni insulto.

Di certo ad attendere Elisa Perrone, nel solito recinto di transenne, presidiati dalla Polizia e dai Carabinieri, ci saranno i Centopercento Animalisti di Paolo Mocavero, movimento estremista che da sempre contesta la fiera della caccia di Vicenza, insultando e aggredendo verbalmente chiunque.

Recentemente Elisa Perrone è protagonista della vincita di un concorso letterario, classificandosi appunto al primo posto con un suo racconto. Vittoria probabilmente meritata, anzi, certamente meritata. Successo che però, anche nel mondo della caccia, in molti non hanno gradito commentando con sarcasmo: – è diventata famosa con gli insulti degli animalisti, perché prima la martire Elisa Perrone non la conosceva nessuno. Ora vince anche un concorso letterario con un raccontino. A cosa serve tutto questo ? Il mondo  della caccia, che ha già molti problemi, deve proprio arrivare a questo livello ? – .

Ed anche gli animalisti anticaccia usano il concorso per attaccare Elisa: – siccome con quello sguardo non saprebbe nemmeno centrare un animale fermo… le fanno vincere i concorsi così il suo bisogno di fama viene saziato… una ragazzina immatura con manie di protagonismo -.

Di certo Elisa Perrone è diventato un caso nazionale, una ragazza che ancora viene illuminata dai riflettori, che divide il pubblico dei cacciatori tra chi la segue con passione e chi la ignora sarcastico, con una sovraesposizione mediatica sfruttata dalle aziende ma che, forse, così bene ad Elisa non fa.

Alberto Pozzatini

 

 

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com