Cuneo: una bomba e un Lupo imbalsamato, bracconiere denunciato

Dopo aver svolto una lunga serie di indagini i Carabinieri Forestali di Saluzzo, durante una perquisizione ordinata dalla Procura della Repubblica, hanno rinvenuto nell’abitazione  di un bracconiere un ordigno bellico, la testa di un Lupo imbalsamato e, anch’esso imbalsamato,  un fagiano di monte, specie non cacciabile poiché particolarmente protetta.

Accanto alla testa del Lupo c’era anche  la coda dell’animale ucciso che per effetto delle disposizioni della Legge 157/92 è super protetto e la caccia non è consentita in alcuna forma. Accanto alla testa del Lupo, in bella mostra, vi era il bossolo del proiettile utilizzato per uccidere l’animale.

Visto l’esito della perquisizione i Carabinieri Forestali hanno provveduto a denunciare in stato di libertà l’uomo per detenzione di armi da guerra e abbattimento di selvaggina non cacciabile.

Redazione aCaccia.com

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com