Invasioni aliene

Secondo il nuovo rapporto ISPRA, sul nostro territorio entro il 2020 saranno presenti 131 nuove specie invasive contro le 111 registrate fra 2000 e 2010. “Una grave minaccia per economia e salute”. Il 14 febbraio 2018 è entrato in vigore il Decreto Legislativo 230/2017 “per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 1143/2014 recante disposizioni volte a prevenire e gestire l’introduzione e la diffusione delle specie esotiche invasive.

Il caso più famoso è rappresentato dall’alta presenza dei pappagalli appartenenti a due specie, il parrocchetto monaco e quello dal collare.

Per specie aliene invasive si intendono specie trasportate dall’uomo, in maniera volontaria o accidentale, al di fuori della sua area di origine e che sono causa d’impatti negativi (diretti o indiretti) all’ ecosistema, alla saluta umana e all’economia. Esse rappresentano la seconda minaccia alla biodiversità, il fattore chiave nel 54 % dell’estinzione delle specie animali conosciute e sono responsabili della perdita del 5% del Pil mondiale.

Oramai le nostre città sono diventate degli zoo a cielo aperto, ed oltre al problema delle specie aliene si aggiunge il problema da fauna selvatica sempre più antagonista nei confronti dell’uomo con dinamiche espansive quasi fuori controllo.

L’ottusità di molti impedisce alla figura del cacciatore in questo caso molto utile ad arginare il problema di poter intervenire. Convegni dibattiti conferenze e lo stato cosa fa? Si limita per ora a diffondere la consapevolezza del problema ma manca un piano d’azione organico per tentare almeno di contenerlo.

Miniambiente ed Ispra sul “banco degli imputati” per manifesta incapacità dettata anche dal credo animalista che permea il ministro Costa ispirato dal suo capo segreteria il presidente Lipu. Questo è lo scenario ognuno tragga le sue conclusioni… Ed i cacciatori rimangono spettatori.

Marco Navarro

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Editoriale

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com