Padova: fumogeni e insulti, quattro Centopercento Animalisti denunciati

Nel dicembre scorso, in via Longhin, faceva tappa a Padova il circo Armando Orfei che tra gli spettacoli prevede l’esibizione di diversi animali. Già da novembre Centopercento Animalisti, aveva manifestato contro lo spettacolo con gli animali, che in città non andava in scena da qualche tempo.

Centopercento Animalisti ha ottenuto l’autorizzazione da parte della questura a manifestare davanti al circo, ma con regole precise. Che a quanto emerge dall’indagine della DIGOS, non sarebbero state rispettate. Gli inquirenti difatti sostengono che gli slogan contro gli Orfei e il pubblico pagante siano illegittimi e in aggiunta a ciò un fumogeno sarebbe finito addosso ad una macchina di passaggio.

Per questi motivi il reparto della DIGOS della Polizia di Stato di Padova ha denunciato a piede libero quattro persone, tutti appartenenti al movimento: due uomini di 50 e 59 anni e due donne di 53 e 59 anni.

Paolo Mocavero, leader dei Centopercento Animalisti alla notizia delle denunce risponde così: – Siamo venuti a conoscenza che la Digos di Padova ha denunciato 4 dei nostri Militanti durante il presidio al circo Orfei svolto lo scorso 23 dicembre a Padova. La denuncia riguarda “offese” contro i circensi e accensione di fumogeni. Prendiamo atto della denuncia che come sempre affronteremo a testa alta nelle sedi opportune. Cogliamo occasione per fare i complimenti alla Digos di Padova per il grande, immenso, inverosimile lavoro svolto, tuttavia, da oggi in poi Centopercentoanimalisti non richiederà più autorizzazioni per manifestare a Padova, a partire dal palio di Montagnana del prossimo settembre, almeno le denunce avranno un motivo. Dato che alcuni dei nostri militanti erano presenti, ci auguriamo che anche i circensi che offendevano, uno in particolare con un cartello, siano stati denunciati. In una Padova dove dove dei bulli infami prendono a calci una povera Gallina, che tuttora non si sa chi l’ha portata e che fine abbia fatto, ci fa enorme piacere vedere i dirigenti Digos che denunciano chi difende la libertà degli Animali. Bravi davvero

Prendendo le distanze da comportamenti inopportuni e in aperta violazione della legge, ci sentiamo di sottolineare come, da sempre, questa testata abbia mantenuto una posizione netta contro gli spettacoli degli animali nei circhi.

Redazione aCaccia.com

Ph.: Archivio

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com