Trieste: morto Fabio Perco, il “papà” delle zone umide del Nord Est

Il naturalista triestino Fabio Perco è deceduto questa mattina, 12 febbraio 2019, all’ospedale di Cattinara dove era da tempo ricoverato. Già docente dell’ateneo giuliano, aveva fondato la Stazione biologica dell’Isola della Cona ed era considerato da tutti il papà del moderno ambientalismo friulano.

Zoologo, naturalista, illustratore, saggista e docente universitario, Fabio Perco ci ha lasciato all’età di 72 anni. Fu tra i padri fondatori della Riserva della foce dell’Isonzo ma svolse ruoli importanti anche a Cornino (riserva naturale per i grifoni), in Val Stagnon a Capodistria e in molte altri parti d’Italia.

Fabio Perco, appassionato pescatore, era nato in una famiglia di cacciatori e proprio il padre Dino e il fratello Franco contribuirono, assieme a Fabio, alla pubblicazione di un importante volume sui rapaci. L’ultimo sogno di Fabio Perco sarebbe stato quello legato ad una possibile reintroduzione naturale dell’Aquila di mare in Friuli Venezia Giulia.

I figli Dino, Elena e Nicoletta Perco hanno voluto dedicare alcune righe a loro padre, attraverso un post su Facebook: –  Ciao Papà, non hai scelto un giorno a caso per lasciarci: oggi 110 anni fa nasceva Charles Darwin. Hai dedicato la tua vita alla natura, agli animali ed all’arte riuscendo a fare delle tue passioni il tuo lavoro. Ci hai cresciuto immersi in questo mondo meraviglioso e stimolante trasmettendoci i tuoi valori e insegnandoci a guardarci intorno con occhi curiosi sempre conditi da una sana ironia – .

Le più sentite condoglianze alla famiglia di Fabio Perco da parte di tutta la Redazione della nostra testata e dall’Editore che di Fabio ricorda: – era un uomo mite, che conosceva le dinamiche delle zone umide in modo esemplare. Sagace, altruista, acuto osservatore, con lui ho trascorso alcuni dei più bei momenti in laguna, al tramonto, vicino al fuoco o all’aperto, immersi in quella atmosfera magica che sapeva riprodurre fedelmente nei suoi dipinti. Non a caso era più volte intervenuto sulla nostra testata. Mi mancherà molto -.

Redazione aCaccia.com

 

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com