Venezia: caccia di frodo in laguna, foto su Facebook, denunciati

Le massicce operazioni di controllo messe in atto dai Carabinieri Forestali e dagli agenti del Corpo Forestale dello Stato, coordinati dalla Sezione Operativa Antibracconaggio e Reati in danno degli Animali (SOARDA) degli scorsi giorni non sembrano essersi arrestate.

Nuovi controlli infatti sono stati disposti, ed in particolare su foto e video postati dai cacciatori, su Facebook e YouTube. Sotto l’imput dell’associazione internazionale CABS – Commitee Against Bird Slaughter sono stati setacciati siti, gruppi e pagine Facebook, canali tematici su YouTube.

Gli accertamenti condotti dalle autorità di Polizia, hanno permesso di individuare quattro situazioni per cui è scattata la denuncia: – in due casi dei cacciatori residenti nella provincia di Venezia, appassionati di caccia in laguna, hanno postato su Facebook, in gruppi e pagine, delle foto che li ritraggono in atteggiamento di caccia lungo gli argini delle così dette canalette. In particolare le foto sono state scattate in quella di Lova, in comune di Campagnalupia.

La caccia nelle canalette della laguna sud di Venezia è consentita solo nelle giornate previste e solo all’interno degli appostamenti fissi. Gli argini sono zone di protezione in cui la caccia è severamente vietata. Per i tre è scattata la denuncia.

In un altro caso il video, postato in un gruppo Facebook, di un cacciatore che in laguna mediante una imbarcazione a motore, rincorre un germano reale per abbatterlo con due colpi. Anche in questo caso è scattata la denuncia per violazione della legge 157/92 (caccia da natante). Come per i tre sopra, anche in questo caso il cacciatore rischia l’imputazione coatta per Apologia di Reato.

L’ultimo caso coinvolge l’amministratore di un gruppo Facebook di appassionati di caccia in laguna che a fronte della notizia dei controlli operati dalle forze dell’ordine nei giorni scorsi aveva commentato con toni ingiuriosi e diffamatori verso le forze di Polizia definendoli “delinquenti”. I controlli, fanno sapere, continueranno incessanti.

Redazione aCaccia.com

Ph: Archivio

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'editore   -   © acaccia.com   -   Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Leggi anche gli altri articoli di Cronaca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Regole di comportamento per i commenti. Vengono cestinati commenti fuori tema, provocatori, privi del dovuto rispetto per le opinioni altrui, con contenuti maleducati o offensivi e non in linea con il tenore della discussione, insieme a tutti i messaggi provenienti da indirizzi irregolari. Non è consentito pubblicare link terzi e scrivere testi in stampatello. L'attività dei moderatori è insindacabile e inappellabile compresa la chiusura dei commenti e il blocco di un utente. La pubblicazione di un commento implica l'automatica accettazione di queste regole e delle norme "Nota legale" del giornale.
Per inserire un'immagine personale, registrarsi con lo stesso indirizzo email al sito: http://it.gravatar.com